CNGEI sezione di Bracciano

Festa della Liberazione

25 aprile Festa della liberazione d'Italia: giornata in cui si ricorda e festeggia la liberazione dal nazifascismo e la Resistenza italiana. Giornata in cui la sovranità del popolo è rinata grazie alla libertà e si sono poste le basi della democrazia per costruire una nuova Italia.
Ma la Resistenza non finisce mai e sotto altre spoglie la Compagnia Giullari Erranti l'ha conosciuta a Scampia, quartiere nell’estrema periferia di Napoli, 10 chilometri a nord del centro, dove il panorama sociale è storicamente drammatico. Il quartiere, costruito tra gli anni ’70 e ’90, è stato uno degli scenari più sanguinosi delle recenti guerre di camorra. Le strade, per anni, hanno ospitato i traffici illegali della criminalità organizzata, rendendo impossibile la frequentazione di alcune zone perchè estremamente pericolosa. Ad aggravare la situazione nel quartiere, tra i più popolosi della città e teatro di abusivismo, si riscontra uno dei tassi di disoccupazione più alti d’Italia e le scuole, ma non solo, presentano ingenti problemi strutturali, accompagnati da un alto tasso di dispersione scolastica. Ma resistere, in un territorio difficile come Scampia, è possibile e ne sono la prova le realtà associative che abbiamo incontrato.
Al Centro Hurtado, al Centro Territoriale Mammut, all'Arci Scampia, al Centro Sportivo Maddaloni e all'Albero delle storie di Davide Cerullo, tutte realtà che operano per il bene comune e per la libertà, va il nostro pensiero in questa giornata di rinascita ed allora a tutti coloro che resistono in tutte le scampie d'Italia buon 25 aprile.

Ci sono uomini che lottano un giorno e sono bravi, altri che lottano un anno e sono più bravi, ci sono quelli che lottano più anni e sono ancora più bravi, però ci sono quelli che lottano tutta la vita: essi sono gli indispensabili.
(Bertolt Brecht)