CNGEI sezione di Bracciano

Abbattiamo i muri che ci dividono

"La libertà è come l'aria... Ci si accorge quanto vale quando incomincia a mancare” Piero Calamandrei

“Questa giornata mi è piaciuta. Penso che i muri in generale vanno abbattuti, niente pregiudizi, ma tanta solidarietà e amore. Spero che nel 2030 si saranno superate definitivamente tutte le barriere sociali.” C.C.

“E' stato come fare un salto nel passato ricordando fatti che fanno parte della nostra storia.” V.G.

“Abbattiamo i muri che ci dividono” R.L.

Contro ogni guerra, discriminazione e razzismo e per costruire insieme un messaggio di pace gli scout del CNGEI hanno abbattuto uno dei tanti muri esistenti. Per farlo i lupetti hanno costruito aquiloni ed aerei per volarci sopra, gli esploratori hanno intervistato dei cittadini scoprendo che diverse persone non conoscevano il termine “muri della vergogna”, i rovers con gli adulti presenti si sono confrontati sulla parola libertà. La libertà di ogni persona è un diritto inviolabile, ma essere liberi occorre sceglierlo in ogni momento e Roberta ci ha lasciato questo suo pensiero.

Il 9 Novembre per celebrare la ricorrenza della Caduta del Muro di Berlino ho SCELTO di trascorrere il pomeriggio in Via Claudia, 40 sede del Cngei di Bracciano.
Sono il genitore di un Lupetto e di una Esploratrice che da vari anni partecipano alla vita del Branco e del Reparto. Sono anche una neo Senior di sostegno alla Sezione in quanto un'annosa carenza di risorse umane mette a repentaglio la sopravvivenza della stessa. Ho intrapreso un VIAGGIO particolare... che mi obbliga a rivedere e ridefinire il confine tra DIRITTO e Dovere, a redistribuire i carichi di lavoro, delle incombenze quotidiane per creare altro spazio di ricerca, sperimentazione, AZIONE rivolta ad una fascia di soggetti in età evolutiva..... i nostri figli. Come gruppo genitori abbiamo ideato e successivamente realizzato con e per i Lupetti degli aquiloni, con altri genitori, la Compagnia e alcuni studenti del Liceo Vian promotori di una Associazione ho condiviso un CONFRONTO giocando con le 7 parole. Ogni singolo, poi coppia, poi squadra ha associato al concetto di Libertà le proprie immagini e non è stato sempre facile negoziarle, anche dentro un gioco. Le differenze individuali, generazionali hanno in alcuni momenti ostacolato, ma quando prevale il bisogno di fare sintesi, di aprire un nuovo percorso, una diversa possibilita di ESPRESSIONE mirata ed intenzionale allora ..... l'orizzonte non mette piu paura!!
Grazie a tutti.