CNGEI sezione di Bracciano

I vecchi lupi

Tra i vecchi lupi ricordiamo qui i più importanti:

AKELA: il grande e grigio lupo solitario, che guida il branco con la forza e l’astuzia, capo del branco dei lupi di Seeonee, figura alla quale Kipling attribuisce dignità e moralità profonde. E' il garante della legge che, anche a costo della vita, intende difendere e ricordare con coraggiosa saggezza. Legato a Mowgli da un amore quasi paterno, proprio per la sua esperienza ed il suo valore che mette al servizio dei lupi, rimarrà fino in fondo guida anche spirituale del branco.
La sua parola maestra: “Buona Caccia a tutti coloro che osservano la legge della giungla”

BALOO: l'orso bruno, maestro della legge, che parlò in favore di Mowgli la notte della sua accettazione nel branco: “Io stesso gli insegnerò”. Parla per lui e se ne assume la responsabilità. Guida saggia e sincera, insegna la legge ai cuccioli del branco e conduce Mowgli nelle sue prime esperienze e conoscenze nella giungla. Giustamente orgoglioso per quanto il cucciolo d'uomo impara, nutre nei suoi confronti un affetto intimo e profondo.
La sua parola maestra: “ La giungla è grande e il Cucciolo è piccolo. Che egli stia tranquillo e mediti.”

BAGHEERA: la pantera nera, astuta, audace, forte e terribile, ma nello stesso tempo dolce e cortese, riscatta con un toro grasso Mowgli alla Rupe. Esperta della vita, con saggi consigli guida il cucciolo d'uomo nella vita della giungla. Terribile per la forza che la sorregge, è però nello stesso tempo padrona dell'enorme energia che racchiude in sé.
La sua parola maestra: “Zampe che non fanno rumore, occhi che vedono nell’oscurità, orecchie che odono il vento delle tane, denti bianchi e taglienti”

HATHI: l'elefante selvaggio, detto il silenzioso, autorevole custode della legge. È allo stesso tempo: signore della giungla, guardiano della pace, giudice inflessibile e giustiziere temibile. Stupendo per il senso di calma, sicurezzae forza che emerge dalla sua figura.
La sua parola maestra: “La legge della Giungla è vecchia e vera come il cielo, chi la segue vivrà lieto e prospero”.

KAA: il pitone delle rocce, uno dei più fedeli compagni di caccia di Mowgli. Anche se non intrattiene rapporti col branco dei lupi, essendo della giungla di mezzo, Kaa accompagna Mowgli in molte delle sue avventure, fino ad essere uno dei pochi che lo saluterà alla Rupe del Consiglio dopo la Corsa di Primavera. Di lui risaltano l'amore per Mowgli e la disponibilità ad aiutarlo in ogni occasione, la forza e la saggezza.
La sua parola maestra: “Cuor leale e lingua cortese fanno strada nella giungla”

CHIL: il migliore degli avvoltoi, il messaggero della giungla. Anche se in tutto il contesto delle storie di Mowgli appare come figura di secondo piano, sta a rappresentare un esempio efficace di disponibilità, aiuto e cortesia.
La sua parola maestra: “Siamo dello stesso sangue fratellino tu ed io“.

RAKSHA: Mamma Lupa della tana, detta anche la “diavola”, che per prima prese le difese di Mowgli. Anche se poco presente nei vari racconti, è un personaggio che per le sue qualità di passione, tenacia e spirito di fratellanza, ha una sua efficacia ed importanza nella morale per tipi.
La sua parola maestra: “La forza del Lupo è nel Branco, la forza del Branco è nel Lupo“

FRATEL BIGIO: fratello di tana di Mowgli. Segue il cucciolo d’uomo nelle sue cacce, aiutandolo particolarmente contro Shere Khan, rivelando fedeltà e costante amicizia.
La sua parola maestra: “La mia traccia è la tua traccia, la mia Tana è la tua Tana, la mia preda è la tua preda se avrai fame fratellino“